Qi Gong

  • qi-gong_01
  • qi-gong_02
  • qi-gong_03
  • qi-gong_04

Si è visto che il kung fu non serve solo alla difesa personale e questa straordinaria disciplina è proprio adatta a tutti, anche se alcuni sostengono che per praticare kung fu sia necessaria una buona prestanza fisica, ma ciò in realtà non è esatto. Affinché un praticante possa sviluppare al massimo le proprie potenzialità fisiche, deve prima sapere che la base delle nostre forze risiede in un percorso energetico interiore che in cinese prende il nome di “Ci”. Tutti noi siamo dotati di questa energia da quando siamo nati. Parte delle nostre energie vitali vengono acquisite attraverso l’alimentazione. Le due energie insieme vengono chiamate in cinese “Jen Ci”. Questa energia è la fonte delle nostre forze ed essa alimenta tutto il nostro corpo per poter farci compiere qualsiasi movimento.

Esiste un sistema che aiuta a sviluppare questa energia attraverso una serie di esercizi semistatici e statici legati alla respirazione, soffici e di estrema facilità, quindi accessibili a chiunque senza problemi: tale sistema prende il nome di “Ci Gong”. La pratica del Ci Gong è essenziale nel kung fu, tanto che gli antichi cinesi tenevano segreto questo sistema, che è stato tramandato solo a pochi fortunati. Il Ci Gong non porta solo ad un miglioramento della forza e della potenza fisica, ma anche di tutto il sistema biologico del corpo umano.

Il maestro Fung Yip Ko riesce sempre a meravigliare il suo pubblico con uno straordinario esercizio di Ci Gong, dimostrando le sue eccezionali capacità di controllo di energia interiore. Il maestro è in grado di piegare una lancia vera, che gli viene puntata sulla gola, utilizzando solo la forza sprigionata dal “Ci”.